Le nostre competenze a vostra disposizione sul blog
Amiamo il nostro lavoro e vogliamo condividerlo con voi! Tenetevi aggiornati su tutte le news e le tecnologie con le quali lavoriamo e di cui potreste avere bisogno! Seguite il nostro blog.
×

Error message

The spam filter installed on this site is currently unavailable. Per site policy, we are unable to accept new submissions until that problem is resolved. Please try resubmitting the form in a couple of minutes.
mattia.minotti's picture

Per chi non la conoscesse, l’MWC è la più importante fiera internazionale sulle tecnologie legate alla telefonia mobile che si tiene ogni anno a Barcellona a partire dal 2009. Noi di TwinLogix ci siamo recati in visita per la prima volta all’edizione 2013 e abbiamo tratto alcune interessanti considerazioni che di seguito cercherò di riassumere.

A nostro avviso l’MWC 2013, orfano come sempre dei due più grandi attori del panorama mobile internazionale (Apple e Google), ha evidenziato in maniera piuttosto marcata la presenza di due correnti storicamente contrastanti: la filosofia openness in contrapposizione a quella della chiusura e del controllo.
Sponsor più o meno autorevoli della prima fazione sono stati Canonical, con la presentazione in anteprima di Ubuntu for Phones (prodotto interessante anche se probabilmente rivolto ad un target piuttosto avanzato), Mozilla e il suo Firefox OS (chiaramente commercializzato per dispositivi di fascia medio bassa) e HTML5, quest’ultimo come tecnologia in grado di risolvere il noto problema della frammentazione delle piattaforme di software mobile. Un’ondata di interpreti noti già da tempo che studiano soluzioni nuove in grado di estendere la filosofia open source e di promuovere l’apertura dei sistemi, così come accadde con l’avvento di Linux e del World Wide Web sui desktop alla fine degli anni ‘90.
In direzione diametralmente opposta, invece, va l’altro grande protagonista e principale espositore della fiera: Samsung. Sostenuta dalla spinta delle stratosferiche vendite registrate nel 2012, l’azienda coreana sembra aver scelto la strada del totale controllo e della chiusura dei suoi sistemi come metodo per la fidelizzazione dei clienti. In particolare, all’MVC 2013 sono stati presentati il nuovo framework Android per l’utilizzo della S-Pen, il pennino dei dispositivi della gamma Note, e i protocolli di condivisione di contenuti (rigorosamente proprietari) chiamati All Share. Non da meno anche le iniziative indirizzate agli sviluppatori di applicazioni targetizzate in maniera specifica per i dispositivi Samsung. Tutti tasselli, dunque, che indicano chiaramente la strada che l’azienda si sta segnando davanti e che, ironia della sorte, ricorda tanto quella intrapresa anni fa, e forse troppe volte criticata, da un illustre antagonista: Apple. Chi arriva secondo, però, non fa vera innovazione.

Infine, oltre a queste due interessanti, seppur contraddittorie, considerazioni vale la pena sottolineare come la fiera abbia offerto anche parecchi altri spunti validi. Molti espositori hanno puntato forte sul tema (a noi molto caro) dei micro-pagamenti in mobilità basati sulla tecnologia NFC e non. Qualcuno ha mostrato anche sistemi molto primordiali di analisi, statistica e marketing incentrati sul mobile. Su questi ultimi, in particolare, abbiamo notato ancora molto spazio d’azione e una lunga strada da percorrere. Chissà, forse chi saprà giocare le carte migliori su questo tavolo potrà essere uno dei protagonisti delle esposizioni del futuro...

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.
  • Allowed HTML tags: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Lines and paragraphs break automatically.

Plain text

  • No HTML tags allowed.
  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.
  • Lines and paragraphs break automatically.