Le nostre competenze a vostra disposizione sul blog
Amiamo il nostro lavoro e vogliamo condividerlo con voi! Tenetevi aggiornati su tutte le news e le tecnologie con le quali lavoriamo e di cui potreste avere bisogno! Seguite il nostro blog.
andrea.piolanti's picture

Se si sta sviluppando un'applicazione Java, è importante sapere che i file .class di Java possono essere facilmente decodificati e decompilati nel codice sorgente originale utilizzando java decompilers come JD GUI o JAD. La soluzione migliore per evitare il reverse engineering è quella di offuscare il codice compilato attraverso opportuni tool. Con offuscamento, in generale, si descrive una pratica che viene utilizzata per rendere intenzionalmente difficile la comprensione di qualcosa.

andrea.piolanti's picture

Come descritto nel precedente post, mentre l’utilizzo di framework di supporto per la serializzazione/deserializzazione delle entità è relativamente comune, risulta invece difficile trovare framework che offrano anche la possibilità di sviluppare facilmente client e server RPC. Questa fortunatamente è una delle caratteristiche più importanti di Thrift.
La definizione dei servizi Thrift è paragonabile alla definizione delle interfacce in Java. Per creare dei servizi che semplicemente sommano, moltiplicano o sottragono due numeri è sufficiente dichiarare:

andrea.piolanti's picture

Un classico problema riscontrato nello sviluppo di applicazioni distribuite è rappresentato dalla realizzazione dell'architettura software che si occupa in maniera efficiente dello scambio dei messaggi fra i vari applicativi. In tal senso un valido contributo è rappresentato da Apache Thrift il quale presenta un linguaggio ed una piattaforma utili per la serializzazione delle entità software. Ovviamente nel corso degli anni il problema è stato affrontato numerose volte e come risultato sono nate varie alternative fra cui Protocol Buffer, JSON, o XML.